Spargi l'amore
Malattia Calderoli
Malattia Calderoli

Malattia Calderoli – Quando si è trattato di farlo questa volta, semplicemente non avevo la motivazione. La prima visita di Roberto Calderoli in sala operatoria non è stata la prima volta che ha avuto problemi di stomaco.

Era la metà di gennaio dell’anno scorso, il culmine di un calvario iniziato nel giugno dell’anno prima. Un senatore del partito liberale commosso mi collego con la sentenza “Il caso vuole que a presiedere la vuole sia una persona che il cancro l’ha avuto e dai sei anni e mezzo lo sta combattendo”.

Sul precedente mercoled. Adottando la rigida tecnica definizione, i colloqui di indennizzazione possono iniziare sei anni dopo l’intervento iniziale. A meno che non decidano di rimuovere un’altra sezione del mio colon da me a gennaio.

Dopo aver scoperto il tumore della paziente durante l’intervento chirurgico nel giugno 2012, “cominciai subito a pensare cómo dovevo sistemare la mia vie, agli ultimi mesi da vivere” (ho iniziato subito a pensare a come organizzare i miei ultimi mesi di vita).

Dopo aver cercato per la prima volta le cure al Paris Cancer Institute nell’agosto 2013, ha successivamente viaggiato per un secondo intervento al Venice Cancer Institute perché “in Italia, anche se non ce ne rendiamo conto, spesso siamo più avanzati”.

Fino a quel momento erano stati somministrati 6,5 cicli di chemioterapia. Sono stato anche sottoposto a immunoterapia negli ultimi quattro anni, originariamente una volta alla settimana e ora una volta ogni tre settimane.

E posso farlo comodamente a casa mia! Calderoli ora si definisce “fortunato” e si sente obbligato a condividere la sua fortuna avvertendo gli altri di “non sottovalutare mai nulla”, “non riprogrammare un esame che potrebbe essere effettuato oggi” ed “evitare le rischiose ma magnifiche terapie alternative” che sono di gran moda in questi giorni.

Spiega come sei arrivato a credere che “la nostra fine non è definitiva, ma c’è qualcosa oltre la morte” o qualcosa di simile, e come quella convinzione ha rafforzato la tua fede. Né il dio del fiume Po né la cerimonia celtica a cui aveva partecipato sua moglie si avvicinarono.

Non confondere la religione con la politica. In un altro momento della mia vita, ho avuto successo con sforzi di questo tipo. A dire il vero, recentemente ho avuto un matrimonio religioso con la mia attuale moglie, Gianna Gancia (nessuna parente).

Per quanto posso ricordare, ho mantenuto ogni promessa che ho fatto. Sono riuscito a tornare in testa dopo aver raccolto i miei guerrieri intorno a me. E se sudo un po’ sotto la maglietta? Tutto precipitava ogni volta che la Lega veniva coinvolta in uno scandalo.

A causa dei tuoi viaggi internazionali, non sono stato in grado di contattarti. Era una questione di vita o di morte, prendere questa decisione. Quindi, per estensione, sono anche La Lega, perché siamo entrambi speciali.

Calderoli Malattia Calderoli, 62 anni, è un importante politico leghista. Dal 2001 prendo servizio al Senato e ho vinto la rielezione cinque volte. Segretario del Presidente in questa assemblea. Una votazione sulle misure volte a combattere il cancro era all’ordine del giorno di una recente sessione in cui il Senato era allo studio e pronto a votare queste misure.

Con 221 voti favorevoli, questa idea è molto vicina all’appoggio universale.Il caso alla fine si è concluso, ha detto Calderoli, che la leadership avrebbe tratto vantaggio dall’avere qualcuno con esperienza nella lotta contro il cancro negli ultimi sei anni e mezzo.

I senatori di ogni angolo della Camera hanno applaudito. Il vicepresidente del Senato ha ricevuto un caloroso applauso e una standing ovation. Anche se apprezzo i riconoscimenti, non li augurerei mai a nessun altro. Se rimani su di esso, farai un fuoricampo.

Calderoli è già stato sincero riguardo alla sua battaglia contro il cancro, quindi questa non è la prima volta. Alla Festa della Lega di Alzano Lombardo del 2014 si raccontava che la gente andava la mattina a fare il chemio e poi tornava la sera a cercare il Carroccio.

Sempre in quell’anno, ha detto che il padre dell’ex ministro Cecile Kyenge lo ha aggredito con una “macumba” e ha detto che aveva trascorso “sei volte in sala operatoria, due volte in rianimazione e una volta in riabilitazione intensiva”. La salute di Calderoli è preoccupante dal tardo autunno 2018, quando è stato ricoverato in ospedale per un’encefalite virale.

Il virus Nilo occidentale, che all’epoca era responsabile di un ammasso di focolai nel nord, potrebbe essere stato o meno la radice di questo problema, ma ciò non è mai stato dimostrato. Non molto tempo prima di ricevere il premio, aveva detto su Facebook.

“Ringrazio ogni giorno Dio. Le lezioni di sopravvivenza e la necessità di mettere al primo posto la propria salute mi sono state portate a casa da tre diversi tumori e dalle loro successive metastasi.

Malattia Calderoli

Roberto Calderoli ha recentemente discusso della sua intenzione di condividere il racconto della sua coraggiosa lotta contro la malattia in un’intervista al quotidiano italiano Corriere della Sera.

In realtà, il senatore leghista combatte da sei anni contro il cancro e la malattia lo ha spinto a rifugiarsi ad Aula, dove lo si vede con indosso un cappuccio su quelle che sembrano essere le prime inzuppature di una nuova attaccatura dei capelli. Informazioni su come richiedere i bonus in 2022 e chi è qualificato per ottenerli.

Dal 2012 Roberto Calderoli si occupa degli effetti di un tumore canceroso all’intestino. Sono trascorsi sei anni dall’intervento iniziale, quindi ora è legale presentare un risarcimento. Vorrei non aver avuto ulteriori perdite di tessuto intestinale a gennaio.

Nel complesso, il numero di interventi è stato quasi uguale al numero totale di sessioni di chemioterapia. Nel corso degli ultimi quattro anni, ho subito l’immunoterapia inizialmente una volta alla settimana e ora ogni tre settimane.

Anche a casa, ho la capacità di portare a termine il compito. Per raggiungere il successo, sono sempre andato al di là di ciò che era richiesto. Ho riorganizzato la mia squadra e sono di nuovo in testa. La fede che mi è stata data mi ha aiutato moltissimo, e non importa se sto trattenendo il respiro sotto la maglietta o meno.

Non si può negare il rafforzamento della mia convinzione che qualcuno ti stia spiando. Quella che chiamiamo morte non è la destinazione finale, ma piuttosto un passaggio verso qualcos’altro.

Malattia Calderoli
Malattia Calderoli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

error: Content is protected !!